Suonare lo spazio, esperienza totale: John Cage & Io

Alea: come allargamento dello spazio sonoro per rispondere alla grande quantità di segnali, di stimoli, che colpiscono il nostro mondo uditivo.

“… l’aleatoria di dà la possibilità di essere liberi dai nostri gusti, dalle nostre emozioni e dalla nostra comprensione del passato poichè utilizzando le operazioni del caso si trovano delle cose con le quali non si è familiari; ciò ci dà cose che non conosciamo, cominciamo a scoprire il mondo dei suoni invece di esprimere il nostro proprio mondo. Vorrei che ogni persona e ogni suono fosse al centro dell’esperienza totale…vorrei dimostrare che l’arte ci introduce alle cose che non sono arte.” J. Cage.

Teatro totale e musica aleatoria

Inserito da Francesco Maria Paradiso il 5 gennaio 2013 in Da province neritiche: echi di alte frequenze | Iscriviti

Tag:, , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Copyright © 2010-2019 Ondiola All rights reserved.