L’ondiola e i ‘segreti’ di un media di massa

L’ondiola su “I’ve Got a Secret” nel 1960.

Per chi sin qui ha avuto voglia di seguire i percorsi di Ondiola dal suo inizio, cioè settembre scorso (cfr. ‘Ondiola: l’ascolto in movimento’), ‘sveliamo’ il cammino di Jean-Jaques Perrey e i suoi quattro ‘amici’ di show-quiz a favore della conoscenza e diffusione dell’ondiola diciamo. Ecco, fra pillole per il mal di stomaco, com’era  la dimostrazione dell’Ondioline nel 1960. Confrontatela con quella del ’66. A parte il presentatore, la ‘compagnia di giro’ – stessi concorrenti sotto altri nomi, esattamente come oggi – è sempre quella.

La televisione “Hasn’t Got a Secret”. I media costituiscono un proprio ambiente. Un ambiente perfetto da un punto di vista drammaturgico, ma in cui costruiscono una loro verità televisiva, diversa da una verità della realtà. E’ il loro potere, è il caso di ricordarlo.

Jean-Jacques Perrey on “I’ve Got a Secret” prima parte

“I’ve Got a Secret” seconda parte

vai a ‘Ondiola: l’ascolto in movimento’

Inserito da Francesco Maria Paradiso il 6 ottobre 2010 in Media arte | Iscriviti

Tag:, , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Copyright © 2010-2019 Ondiola All rights reserved.