C’è un paese che odia la musica?

‘Italia, il paese che odia la musica’. Su Ondiola rimbalza l’articolo di Giordano Montecchi.

Oltre il colore e i riferimenti autobiografici dell’autore, l’articolo interroga sulla estraneità della musica [come arte, non come spettacolo] alla cultura di base, elementare, degli italiani. La musica – si legge nell’articolo – ‘è la più efficace e impietosa cartina al tornasole del sentire, individuale e collettivo’, ossia di una comunità, di un popolo, di una nazione. Non siamo vicini a celebrare i 150 anni d’unità? Verifichiamo il sentire.

Leggi l’articolo di Montecchi sul sito dell’Unità

Inserito da Francesco Maria Paradiso il 9 settembre 2010 in Da province neritiche: echi di alte frequenze | Iscriviti

Tag:, , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Copyright © 2010-2019 Ondiola All rights reserved.